Crowdfunding  e le 5 parole chiave: Alessandro Brunello di produzioni dal basso

di Anna Ruggiero

Chi è Alessandro Brunello

 “Sono una persona curiosa che trova felicità quando partecipa a progetti condivisi. Mi piace molto leggere e scrivere. Parlo spesso in pubblico ma preferisco ascoltare in privato. Fin da piccolo mi sono appassionato ad internet e questa mia passione mi ha accompagnato in tutti i lavori che ho svolto sia nei media che nella formazione e consulenza per enti ed aziende. Tra poco (a Marzo 2014) esce il mio terzo libro sul crowdfunding, questa volta è un vero e proprio Manuale, il “Manuale del Crowdfunding appunto, dedicato a tutte le persone che intendono realizzare un progetto utilizzando questo strumento e vogliono conoscerlo nella pratica ed orientarsi nelle molte scelte che ogni progettista deve prendere. Ecco così ho fatto un po’ di pubblicità! Per conoscermi meglio da about.me/alessandrobrunello ci sono i link a tutti i network che frequento”

 

Perché lavori nel Crowdfunding

 Non per decisione, semplicemente è accaduto. Mi interessava già molto il fenomeno fin dai primi vagiti oltre oceano, poi ad un Festival del Cinema di Venezia, dove non se li filava nessuno, ho conosciuto gli ideatori di Iron Sky, un film difantascienza che stava nascendo grazie al lavoro ed ai finanziamenti di una community . L’anno dopo avevano un budget di 8 milioni di euro di cui 1 milione raccolto in crowdfunding e crowd investiment. Allora ho proposto al mio vecchio editore di ragionaresu di un libro sul crowdfunding, è stato entusiasta ed ho chiamato subito Fabrizio Fontana un caro amico comico di Zelig (e laureato in Bocconi) e Riccardo Mazzoli che è un grandissimo vignettista illustratore. Così è nato Crowdfunding condividere per realizzare un libretto divertente dove per la prima volta si affrontava l’argomento in Italiano. Poi ci ho preso gusto e per il secondo libro “Crowdfunding nuove comunità economiche ho intervistato anche Angelo Rindone fondatore e amministratore di Produzioni dal Basso, ed è stato amore a prima vista. E poi da cosa nasce cosa, i workshop, gli incontri, tante visioni e progetti che fino a qualche anno fa sembravano impossibili ma che adesso stanno trovando spazio nella realtà.

Quanto è importante la Comunità e come darle valore

Mi fai una domanda immensa, spero di non essere troppo schematico nella risposta, comunque credo che sia importante provare a ragionare anche in maniera direi binaria, soprattutto noi italiani che abbiamo una matrice culturale ricchissima ed una cultura folk davvero variopinta, dobbiamo stare ben attenti che questo non sia un orpello ma ci consenta diarrivare quando serve ad essere appunto schematici.

La community o meglio le community sono importantissime, vitali per un progetto che cerca finanziamenti.E’ necessario capire bene che fondamentalmente ci sono due tipi di community: quella territoriale, non legata ad un argomento ma alla geolocalizzazione delle persone che ne fanno parte e l’altra che possiamo definire community tematica, cioè basata sul tema trattato od oggetto della campagna. Di queste due tipologie ci sono praticamente infinite sottocategorie.

________________________________________________________________________________

“Il progettista deve aprirsi e capire con chi parlare, in che modo e quali strumenti utilizzare. Per farlo bene o sei Vasco Rossi o devi studiare e lavorare tanto”.

______________________________________________________________________________

La tua esperienza con Produzioni dal Basso

 Bella e recente (ufficialmente comincia nel 2013), Angelo Rindone e Giuseppe Mayer sono persone stupende con cui è facile far germogliare idee, lo scambio e la crescita. In più diversi  progetti caricati su PdB ed i progettisti che li hanno realizzati stanno smuovendo positivamente le acque in tantissime aree, dalla musica al cinema, al sociale, e questo ti fa sentire davvero parte e strumento di qualcosa d’importante. PdB ha da poco superato il milione di transazioni fra utenti e da quando è stata varata nel 2005 è la piattaforma di riferimento per l’Italia. Da circa tre mesi stiamo riscrivendo completamente Produzioni dal Basso e presto sarà on line la nuova versione completamente rivoluzionata sotto ogni aspetto, siamo molto contenti del lavoro svolto e crediamo che con la nuova piattaforma cambierà molto la percezione e il senso ed anche l’utilizzo del crowfunding. Sarà più fruibile e il progettista sarà molto facilitato.

Nella comunità di Produzioni dal Basso la città più attiva è ? E perché ?

 E’ Roma, perché il numero dei progettisti di Roma è più alto di quello delle altre città. 🙂

 Il Crowdfunding in 5 parole!

Ne metto 6, va bene lo stesso?

  1. lavoro su se stessi
  2. reputation
  3. analisi
  4. community
  5. serendipità
  6. impegno
 Domani che novità ci sono ?

 Nel domani ci sono solo novità, il cambiamento è inevitabile, al di là dei cambiamenti che possiamo prevedere o meno è importante che noi apprezziamo il cambiamento in se stesso e che ci facciamo guidare anche dal gusto dell’avventura nelle nostre scelte. Andando avanti vivremo in un mondo che cambierà sempre più velocemente, cambiare a nostra volta, acquisire nuove competenze, abbandonare sistemi considerati immanenti per costruirne di nuovi rispondenti alle nostre esigenze collettive non sarà tanto un fattore di miglioramento, ma piuttosto un fattore di sopravvivenza. è meno pericoloso affrontare il labirinto che restare fermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: